Caro 2020,
sei peggio di “Si vive una volta sola” della Lecciso.

Insulta